San Vero Milis

             
E' un piccolo paese di circa 2400 abitanti, nella provincia di Oristano, all'estremità nord-ovest del Campidano e a ridosso della catena del Montiferru.

San Vero Milis, ha un territorio di circa 70 chilometri quadrati e per la sua vastità è paese sospeso tra paesaggi molto diversi tra loro distinti nell'area interna e marina. A 12 m sul livello del mare e a un quarto d'ora dalla marina, vanta circa 27 km di coste tra spiagge e scogliere.
 



Centro di notevoli risorse agricole, grazie alla fertilità del terreno e alla varietà delle colture, è un paese piuttosto attivo, sotto il profilo della  economia contadina. Vanta la produzione di ottima vernaccia e di rinomati lavori di cestineria ottenuti con l'intreccio del giunco, tradizione antica per la quale San Vero è famoso in tutta la Sardegna.

Ancora molto sentite le feste religiose legate alla patrona Santa Sofia, la cui festività ricorre il 17 giugno, San Michele festeggiato ogni anno il 29 settembre, San Nicola il 10 Settembre  e la Madonna di Spagna il 12 maggio.
Ricchi di suggestioni e ancora molto sentiti dai sanveresi sono i riti della Settimana Santa, in occasione della Pasqua.

Interessanti nel paese sono  la chiesa di S. Sofia con una imponente torre campanaria, quella di S. Michele, dei sec. XVI-XVII, e la chiesetta del Carmine
   
Paesaggio tipico del Sinis -
Salina "Sal'e Porcus"
 Putzu Idu - Ferula in "Sa Salina Manna"


 

Marta indossa il costume di San Vero
 Il campanile della Chiesa dedicata a Santa Sofia: uno dei più alti della Sardegna
 

      


  
 La facciata della tipica casa campidanese Particolare di un canestro in giunco



Dettaglio della camicia del tipico Costume Sardo

Particolare di una vecchia porta d'ingresso